Homepage
IT
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Portate in giro per la città le due colossali statue in cartapesta, raffigurano i giganti ritenuti i progenitori della popolazione di Messina. Mata rappresenta una messinese unita a Grifone, moro conquistatore della Città di Messina. Nei secoli i due personaggi sono stati identificati con varie figure mitologiche. All'origine della leggenda il ritrovamento a Palermo nel 1547...Segue...
... tra le leggende siciliane che affondano le radici nella mitologia greca, la più famosa è sicuramente quella di Scilla “colei che dilania” e Cariddi “colei che risucchia”, due donne che per punizione vennero trasformate in mostri e destinate al controllo dello Stretto di Messina, l'una dal versante calabrese, l'altra dal versante siciliano. Giove pun...Segue...
... fra i dolci della tradizione pasquale siciliana degni di nota sono i Pupi cu l'Ova e i Picureddi. I Pupi cu l'Ova - Campanaru, Cuddura cull'ovu, Palummedda etc in base alle diverse località dell'isola - nascono come un tipo di pane dalla tradizionale forma di colomba, al cui interno veniva inserito un uovo sodo. Oggi a questa forma se ne affiancano tante altre: pupi...Segue...
... la Pasta con le Sarde è un piatto tipico siciliano che imbandisce le tavole da marzo a settembre, periodo in cui sono reperibili i suoi ingredienti principali, le sarde e il finocchietto selvatico. Le sarde vanno cucinate appena pescate per non alterne il sapore. La pasta - in genere bucatini, perciatelli o mezzi ziti - viene cucinata nella stessa ac...Segue...
... l’Etna è il più alto vulcano attivo d’Europa che con le sue frequenti eruzioni è sempre in continua mutazione. Tra le specie animali che lo abitano troviamo: l’Istrice, la Volpe, il Gatto Selvatico, il Ghiro, l’Aquila Reale - il più maestoso e raro tra tutti gli uccelli - ma anche la Poiana, il Gheppio, lo Sparviero, il Falco pellegrino. Per salvaguardare l...Segue...
... l'Opera dei Pupi, è un tipo di teatro delle marionette che si affermò tra il XIX e il XX secolo. I protagonisti sono Carlo Magno e i suoi paladini. I Pupi, riccamente decorati, indossavano vere e proprie corazze. A seconda della scuola di appartenenza, palermitana o catanese, sono più leggeri e snodabili (difficili da manovrare), oppure più pesanti e con gli arti fiss...Segue...
... l'Arcipelago delle Eolie, sette isole di origine vulcanica - le “Sette Sorelle”- deve il suo nome ad Eolo, Dio dei venti, che secondo Omero aveva qui la sua dimora. Molto diverse l'una dall'altra: Filicudi e Alicudi, solitarie e selvatiche; Panarea, mondana ed elitaria; Salina, la più verde; Lipari, la più grande e popolosa; Stromboli e Vulcano aspre e selvagge. L’...Segue...
... La Valle dei Templi, ad Agrigento, risale al periodo della Magna Grecia. Dal 1997 l'UNESCO l'ha riconosciuta patrimonio mondiale dell'umanità. Affascinanti sono il Tempio della Concordia, quasi integro, i Templi di Eracle, il più antico e quello di Zeus Olimpico con enormi statue dalle sembianze umane. I Templi sono tutti rivolti verso Est in modo che la statua raffigu...Segue...

Registrati | Dove siamo | Chi siamo | Domande frequenti (FAQ) | Lo Staff

Copyright 1999 e seguenti - Tutti i diritti riservati - Mare In è un marchio registrato, Mare In S.r.l.
Via Nazionale, 41-43-45 07028 Santa Teresa Gallura OT - Italia IT02225651203 Tel. 0182 21456 Numero Verde Gratuito 800 262312
developed by Ferrà srl