Homepage
IT
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Lo sai che...

Pane Carasau

Condividi
Il pane <b>Carasau</b> (carasatu, carasadu, pane 'e fresa), è un tipo di pane largamente diffuso in Sardegna - originario di quella zona chiamata Barbagia - particolarmente apprezzato non solo in Italia, dove è conosciuto anche con il nome di <b>carta da musica</b>, ma anche all'estero. Questo pane è particolarmente funzionale al mondo agropastorale in quanto è di facile e lunga conservazione. I suoi ingredienti di base, oltre al lievito, sono sale, acqua e farina di grano duro.

Il processo di lavorazione e cottura chiamato <b>“sa cotta”</b> è articolato in <b>8 fasi</b>, che iniziano con la preparazione dell'impasto, <b>"s'inthurta"</b>. Si prosegue poi con la prima fase della lavorazione - che in genere avviene prima dell'alba - detta <b>“cariare”</b> una fase particolarmente faticosa e delicata. Una volta lavorato l'impasto lo stesso viene coperto con dei teli di lana passando quindi alla fase successiva detta <b>"pesare"</b> ossia una prima lievitazione. A lievitazione avviata subentra la fase detta <b>“sestare”</b> ossia l'impasto viene diviso in parti regolari che arrotondati e infarinati vengono nuovamente coperti per continuare la lievitazione. Una volta lievitati i tocchi, inizia la fase detta <b>"illadare"</b> ossia i piccoli tocchi vengono lavorati con mattarelli e con i polpastrelli fino a dare loro la forma tipica di un disco dal diametro di 40 cm circa e dallo spessore di 3-4 mm. Inizia la fase della cottura che consiste di due ulteriori fasi: la prima detta <b>"kokere"</b> è la cottura vera e propria che ha il fine di ottenere la separazione dei due strati che formano il disco; questo avviene grazie alle alte temperature del forno - 450-500° - che provocano un rigonfiamento della sfoglia e la separazione dei due strati. A questo punto il disco viene sfornato e con grande abilità e velocità (prima che l'aria defluisca e la sfoglia si afflosci) con un coltello vengono separate le due facce ormai distaccate. Quando tutti i dischi saranno cotti e separati si passa alla seconda cottura necessaria a completare l'intero processo. Quest'ultima fase, da cui si ottiene il prodotto finito, è detta <b>“carasare”</b> e avviene in genere di primo pomeriggio

Esistono molte varianti sulla preparazione dell'impasto, sulla sua lavorazione e sulla cottura del pane, varianti che determinano sfumature di sapore, di leggerezza della sfoglia, di dimensione della stessa, e che seguono antiche tradizioni familiari o paesane


Per saperne di più: <a href="http://it.wikipedia.org/wiki/Pane_carasau" target="_new">Wikipedia</a>


Vacanze in Sardegna: appartamenti, case vacanze, hotels, residence


Lo sai che...
Clicca qui per ingrandire
Clicca per ingrandire Lo sai che... - Pane Carasau
Lo sai che... - Pane Carasau
Lo sai che... - Pane Carasau
Torna indietro
Registrati | Dove siamo | Chi siamo | Domande frequenti (FAQ) | Lo Staff

Copyright 1999 e seguenti - Tutti i diritti riservati - Mare In è un marchio registrato, Mare In S.r.l.
Via Nazionale, 41-43-45 07028 Santa Teresa Gallura OT - Italia IT02225651203 Tel. 0182 21456 Numero Verde Gratuito 800 262312
developed by Ferrà srl